Pianoforte II strumento per allievi cantanti

 

PERIODO di studio

(3 anni)

LIVELLO UNICO

 

O.S.A.

Obiettivi Specifici di Apprendimento

 

I ANNO

CONOSCENZE

Fondamenti primari della tecnica strumentale:

a)         impostazione della mano e indipendenza delle dita

b)         esercizi e studietti nell’estensione di cinque note a due parti indipendenti, prima in chiave di violino e successivamente nelle chiavi di violino e di basso in varie tonalità

c)          esercizi per lo studio del legato e dello staccato

d)         esercizi per lo spostamento graduale delle mani e per l’agilità progressiva delle dita

e)          studietti nell’estensione superiore alle cinque note senza il passaggio del pollice

f)           esercizi preliminari di arpeggi senza il passaggio del pollice

g)          esercizi preparatori al passaggio del pollice

 

Conoscenza delle tonalità e delle modulazioni di base:

a)         scale maggiori e minori per solo moto retto nell’estensione di 1 ottava fino a quattro alterazioni

b)         arpeggi consonanti e dissonanti per solo moto retto nell’estensione di 1ottava nelle tonalità di DO  SOL  RE  LA  MI  SI  FA

Esecuzione di facili composizioni di vario stile

Elementi essenziali delle metodologie di studio e di memorizzazione

 

ABILITÀ

- Acquisire un adeguato equilibrio psico-fisico nell’esecuzione strumentale (postura, coordinazione, rilassamento, respirazione, percezione corporea ecc.).

- Possedere tecniche strumentali adeguate all’esecuzione di semplici composizioni del repertorio dello strumento.

- Osservare e curare gli aspetti riguardanti il ritmo e la dinamica

- Saper adattare le metodologie di studio alla soluzione di problemi esecutivi maturando autonomia nell’organizzazione nei processi di apprendimento

 

COMPETENZE

Al termine del periodo di studio lo studente esegue brani di difficoltà adeguata scelti tra quelli studiati.

 

 

COMPETENZE SPECIFICHE E OPERE DI RIFERIMENTO

ELEMENTI DI TECNICA

Trombone                             Il primo metodo per lo studio del pianoforte

Rossomandi                        Guida per lo studio tecnico del pianoforte – 1° fascicolo

Hervè-Pauillard                  Il mio primo anno di pianoforte

Pozzoli                  La tecnica giornaliera del pianista

Alati                                      Scale e arpeggi (o ancora: Mannino, Finizio, Cesi, Mugellini)

D. Agay                                  The joy of the first year piano tecnique

Altri metodi di analoga difficoltà

 

STUDI

Trombone                             Il primo metodo per lo studio del pianoforte

Beyer                                     Scuola preparatoria del pianoforte op.100

Pozzoli                  30 studietti elementari

Pozzoli                  24 studi facili

Czernyana                             I fascicolo

Vinciguerra                          Pianolandia

K.Berens                               Studi op. 70

L. Plaidy                                Studi tecnici  I parte

K.Snell                                   Etude preparatory level one

Altri studi di analoga difficoltà

 

COMPOSIZIONI DI VARIO STILE ED EPOCA

Aprea                                    Juvenilia

Piccioli                                 Antologia pianistica

Bartok                   Mikrokosmos 1° volume

Cesi-Marciano   Antologia pianistica 1° fascicolo

Il mio primo Bach

Bach                                      24 pezzi

Kaciaturian                          Album per fanciulli

Shostakovich                       Children’s pieces

A. Ravizè                               12 pezzi facili su arie francesi

I. Marchi                              Piccolo zoo musicale

N. Rota                  7 pezzi

K.Snell                                   Piano Repertoire-Baroque & Classical/Romantic & 20th Century

D.Agay                   The joy of first-Classics

The joy of Romantic Piano

The joy of Jazz

Barratt                                   I più facili Blues e Rags

Altre composizioni di analoga difficoltà

 

PROGRAMMA DELL’ESAME DI PASSAGGIO DAL 1° AL 2° ANNO

1. Esecuzione di 1 scala maggiore con relativa minore (melodica e armonica) fino a 4 alterazioni, e di 1 arpeggio (consonante e dissonante) per moto retto a 1 ottava scelti dalla commissione.

2. Esecuzione di 1 studio su 4 presentati dal candidato (tra quelli elencati nel programma di studio) scelto dalla commissione

3. Esecuzione di 1 brano su 3 presentati dal candidato (tra quelli elencati nel programma di studio) scelto dalla commissione

 

O.S.A.

Obiettivi Specifici di Apprendimento

 

II ANNO

 

CONOSCENZE

Fondamenti primari della tecnica strumentale

 

Conoscenza delle tonalità e delle modulazioni di base:

a)      scale maggiori e minori per solo moto retto nell’estensione di due ottave fino a 4 alterazioni

b)   arpeggi consonanti e dissonanti per solo moto retto nell’estensione di 2 ottave nelle tonalità di DO  SOL  RE  LA  MI  SI  FA

c)      accordi (stato fondamentale, 1° e 2° rivolto)

Esecuzione di composizioni di vario stile

Esecuzione di semplici fraseggi polifonici con indipendenza delle mani

Esecuzione di facili accompagnamenti o musica d’insieme

Elementi essenziali delle metodologie di studio e di memorizzazione

Criteri fondamentali della lettura a prima vista

 

ABILITA’

- Acquisire un adeguato equilibrio psico-fisico nell’esecuzione strumentale (postura, coordinazione, rilassamento, respirazione, percezione corporea ecc.);

- Possedere tecniche strumentali adeguate all’esecuzione di semplici composizioni del repertorio pianistico;

- Osservare e curare gli aspetti riguardanti il ritmo, la dinamica e il fraseggio;

- Saper adattare le metodologie di studio alla soluzione di problemi esecutivi   maturando autonomia nell’organizzazione nei processi di apprendimento;

- Saper interpretare brani di stile ed epoca diversi;

- Saper ascoltare se stessi e gli altri nelle esecuzioni solistiche e di gruppo;

- Possedere tecniche per la lettura a prima vista

 

COMPETENZE

Al termine del periodo di studio lo studente esegue brani di difficoltà adeguata scelti tra quelli studiati

 

COMPETENZE SPECIFICHE E OPERE DI RIFERIMENTO

ELEMENTI DI TECNICA

Rossomandi                        Guida per lo studio tecnico del pianoforte – 2° fascicolo

Alati                                      Scale e arpeggi

H.Herz                                   Esercizi e scale

Hanon                                   Il pianista virtuoso

Vinciguerra                          Jazz Hanon

Altri metodi di difficoltà analoga

STUDI

Kholer                                   Studi op. 157

Pozzoli                  15 studi facili per le piccole mani

Duvernoy                              Studi op. 176

Duvernoy                              Studi op. 120

Czernyana                            II  fascicolo

Czerny                                   100 studi giornalieri

Longo                                     40 studietti melodici

Vinciguerra                          Studi di media difficoltà

M. Vacca                              Uno studio tira l’altro

Altri studi di analoga difficoltà

 

COMPOSIZIONI DI VARIO STILE ED EPOCHE

Bach                                      19 pezzi facili

Bach                                      23 pezzi facili

Pozzoli                  Iprimi esercizi di stile polifonico

Trombone                             I primi canoni

Kunz                                      200 piccoli canoni

Haendel                                Fughette

Bartok                                   For children

Bartok                                   Mikrokosmos 2° volume

Schumann                            Album per la gioventù op. 68

E ancora: Haendel, Haydn, Mozart, Schubert, Mendelsshon, Chopin,Kabalevkj, Kaciaturian, Shostakovich, Poulenc, Satie, Bellafronte, Calligaris, ecc. (pezzi a scelta)

 

SONATINE

Clementi op. 36, Dussek, Kulhau, Diabelli, Beethoven, Mozart, Schumann, Margola, Kabalewskj ecc.

BRANI PER MUSICA D’INSIEME

Composizioni a 4 mani o con altri strumenti

EDUCAZIONE ALLA LETTURA A PRIMA VISTA

J. Norris                                A prima vista

O.Gartenlaub                      Preparation au dechiffrage pianistique

A.Rebaudengo                     Leggere ed improvvisare

 

PROGRAMMA DELL’ESAME DI PASSAGGIO DAL 2° AL 3° ANNO

1. Esecuzione di 1 scala maggiore con relativa minore (melodica e armonica), fino a 4 alterazioni e di 1 arpeggio (maggiore e minore) per moto retto a 2 ottave  scelti dalla commissione.

2. Esecuzione di 1 studio su 4 presentati dal candidato (tra quelli elencati nel  programma di studio ) scelto dalla commissione.

3. Esecuzione di 1 brano su 3 presentati dal candidato (tra quelli elencati nel programma di studio ) scelto dalla commissione.

4. Esecuzione di 1 sonatina scelta dall’elenco del programma di studio.

5. Lettura a prima vista di un facilissimo brano per pianoforte o accompagnamento e breve brano a 4 mani.

 

O.S.A.

Obiettivi Specifici di Apprendimento

 

III ANNO

 

CONOSCENZE

- Consolidamento della tecnica fondamentale;

- Consolidamento della gestualità strumentale;

- Consolidamento della produzione sonora;

- Consolidamento della lettura del codice semiografico-musicale in relazione ai repertori studiati;

- Consolidamento della conoscenza delle tonalità e delle modulazioni di base;

- Approfondimento dello stile polifonico;

- Esecuzione di composizioni di vario stile;

- Esecuzione di brani a 4 mani o di musica d’insieme con voce o altri strumenti di difficoltà crescente;

- Approfondimento delle metodologie di studio e di memorizzazione;

- Approfondimento delle tecniche della lettura a prima vista;

- Criteri fondamentali delle tecniche di trasposizione tonale

 

ABILITA’

- Consolidare l’acquisizione di un adeguato equilibrio psico-fisico nei vari contesti dell’esecuzione strumentale;

- Consolidare le tecniche strumentali adeguate alla esecuzione di composizioni del repertorio pianistico;

- Osservare e curare gli aspetti riguardante il ritmo, la dinamica e il fraseggio;

- Saper elaborare strategie personali di studio per risolvere problemi tecnici e interpretativi in relazione ai diversi stili e repertori;

- Saper ascoltare e valutare se stessi e gli altri nelle esecuzioni solistiche e di gruppo;

- Consolidare le tecniche della lettura a prima vista;

- Possedere criteri fondamentali di  trasposizione tonale.

 

COMPETENZE

Al termine del periodo di studio lo studente esegue brani di difficoltà adeguata scelti tra quelli studiati

 

 

 

COMPETENZE SPECIFICHE E OPERE DI RIFERIMENTO

ELEMENTI DI TECNICA

Prosecuzione dello studio tecnico sui testi già proposti negli anni precedenti

STUDI

Duvernoy                              Studi op.120

Heller                                    Studi op. 47

Czernyana                            III fascicolo

Longo                                    30 studietti romantici

Czerny                                   30 studi op.849

Pozzoli                  Studi di media difficoltà

Cramer                                  60 studi

Czerny-Germer     1° volume (I e II parte)

Altri studi di difficoltà analoga

COMPOSIZIONI DI VARIO STILE

Scelta di brani dalle raccolte precedentemente elencate e dal repertorio pianistico commisurati alle abilità acquisite

SONATINE

Scelta di sonatine precedentemente elencate e dal repertorio pianistico commisurati alle abilità acquisite

BRANI PER MUSICA D’INSIEME

Composizioni a 4 mani o con altri strumenti

EDUCAZIONE ALLA LETTURA A PRIMA VISTA

Esercitazioni su facili composizioni per pianoforte; su facili accompagnamenti  per canto o strumento.

Esercitazioni sul trasporto tonale.

Esercitazioni su raccolte di vocalizzi o arie antiche:

Seidler  L’arte del cantare

Concone

Vaccaj

La Flora  Raccolta di arie antiche

Altre arie di difficoltà pari o superiore

 

PROGRAMMA PER GLI ESAMI CONSEGUIMENTO O.S.A.

(ramo cantanti)

1. Esecuzione di 1 scala  maggiore con la relativa minore (melodica e armonica), fino a 4 alterazioni,e di 1 arpeggio (consonante e dissonante) per moto retto a 2 ottave, previa estrazione.

2.   Esecuzione di 1 studio, previa estrazione, su 3 presentati dal candidato (tra quelli elencati nel programma di studio)

3. Esecuzione di 4 composizioni:

a) polifonica

b) classica (una sonatina o sonata completa dei sui tempi)

c) romantica

d) moderna

4. Lettura a prima vista di un facile brano per pianoforte o di un facile accompagnamento; semplice trasporto tonale di una melodia

5. Esecuzione della parte pianistica di un’aria per pianoforte e canto, scelta dal candidato